Tre Golfi Napoli : 3 Team Aniene per onorare il 60º anniversario.

Mag 9, 2014

Il Fascino della Tre Golfi ripaga l equipaggio del Circolo Canottieri Aniene, che ha armato per l occasione il 100 piedi Southern Wind, Farewell Aniene, dalle fatiche di una regata lenta per il vento che non ha voluto saperne di farla da padrone, permettendo alla flotta, composta da 53 imbarcazioni di percorrere con passo da crociera le 160 miglia del percorso disegnato dal Comitato di Regata, presieduto da Luciano Cosentino, lungo la rotta da Napoli verso l isola di Ponza, e tornando indietro lasciando a sinistra Li Galli, di fronte a Positano, passando per Ischia, Capri e arrivo a Napoli, davanti al Circolo del Remo e della Vela ITALIA.

A bordo di Farewell Aniene, i soci del prestigioso circolo capitolino, sponsorizzati da Inpiùbroker hanno affrontato la splendida regata tra le isole del Golfo di Napoli con il giusto spirito, un mix di soci e tesserati appassionati, professionisti ed amanti di questo paradiso che il mondo ci invidia. L atmosfera vissuta la sera prima al Circolo Italia, la festa prima della partenza, il tradizionale scambio di guidoni effettuato da Alessandro M. Rinaldi , in rappresentanza del Circolo Aniene, insieme ai suoi consoci, ed il Presidente del Circolo organizzatore CRV Italia, Roberto Mottola di Amato, l adrenalina del colpo di cannone al buio, il passaggio notturno tra le isole del Golfo, l avvistamento delle Pontine e la risalita verso Capri, in quel panorama mozzafiato, tra alba e tramonto, valgono tutta la fatica spesa per questa regata giunta al suo 60º anniversario.

La Regata: Partenza alle 00.08, vento 3 nodi da ESE, lancia al rallentatore la flotta verso l uscita dal golfo in bolina larga mure a sinistra sotto un cielo stellato ed un tre quarti di luna crescente. In condizioni di instabilità del vento, dopo aver lasciato a destra la secca della Cavallara, con varie opzioni aperte per il passaggio libero delle prime isole, la maggior parte delle barche sceglie il canale di Procida per la risalita verso Ponza al fine di completare le prime 60 miglia del percorso.
il Sailing Team Aniene con la barca più grande della flotta, decide di partire indietro per non farsi ostacolare dai più piccoli e scegliere il buco giusto per infilarsi, viste le condizioni di bassa visibilità ed il traffico davanti il Castel dell Ovo. Così con pochissima aria, Farewell Aniene, con il suo grande albero di 45 metri, cattura il vento ad alta quota e raggiunge velocemente la flotta all altezza della secca della Cavallara, infilandosi di bolina larga dentro il canale naturale delle isole. Vento estremamente leggero per tutta la notte e Farewell Aniene, nella giornata seguente, nonostante arrivi in anticipo su Zannone, subito dietro a Hurakan, vecchia conoscenza fatta in occasione dei mondiali di Ancona, e Cippa Lippa, fatica a tenere angoli stretti in bolina con poco vento a causa del forte vento apparente che costruisce sulle sue vele, costringendola a poggiare verso il largo dell isola. Il giro di Ponza terminato sotto il faro di Punta della Guardia, avviene attorno alle 19 di sabato con 8 nodi di vento da sud, con una perfetta issata di gennaker ed inizio di un lungo bordo verso Punta Campanella con un angolo di 140º, tra la penisola sorrentina e Capri.
Dopo essere passati a sud di Ventotene, nei pressi di Ischia, il vento cala e stringe l angolo, e quindi giù gennaker e su fiocco per il Team Aniene che decide così di passare interno a Capri, sfiorando Punta Campanella, e che poi si rileva il canale d aria più favorevole. Per circa un ora il vento rinfresca un po superando i 10 nodi e permette finalmente a Farewell di sviluppare ottime velocit, e recuperare una dozzina di barche che l avevano beffata sotto Ponza. All alba di domenica con vento leggerissimo, cercando di non stare troppo vicino alla costa ed evitando quanto possibile le zone di bonaccia si gira Li Galli attorno alle 7, di nuovo issata di gennaker e discesa in poppa con vento sugli 8 nodi da S, a sinistra del campo di regata nel bordeggio, per evitare i venti leggeri nella parte sorrentina del golfo di Napoli. In finale , ingaggio a distanza con Junoplano e Neo che arrivano sul filo di lana facendo terminare alle 11,50, dopo 36 ore la regata di Farewell Aniene, posizionandosi al 6º posto in tempo Overall provvisorio. Davanti a tutti Hurakan, arrivato alle 7 di mattina, segue dopo 3 ore Cippa Lippa 8 e Selene intorno alle 11,30. A bordo ogni passaggio viene festeggiato da una bottiglia di vino locale appositamente preparata da un esperto sommelier, consocio del Circolo romano, che non perde occasione per proclamare qualche nobile poesia dalle origine omeriche nel doppio linguaggio greco antico con la sua relativa traduzione poetica. Così ogni occasione è stata sfruttata, tra un bordo e l altro, alternandosi i turni di guardia, per brindare all esclusività di questi momenti per il Team Aniene Maxi